Loading...
Il progetto 2017-12-14T09:04:45+00:00

La Via di Marco Polo – Un Palcoscenico per il Mondo è un progetto musicale che abbraccia
diverse realtà, finalizzato ad elaborare attraverso il linguaggio universale della musica una comunità
italo-orientale in reale cooperazione, di costante confronto, di scambio di saperi e di esperienze,
capace di sviluppare interventi progettuali condivisi e soluzioni comuni in campo culturale. Una tale
collaborazione, che mira a consolidarsi nel tempo, richiede l’attuazione di tutte quelle sinergie
istituzionali ed operative riguardanti il percorso formativo, artistico, produttivo, distributivo ed
economico, fondamentali per la riuscita di un progetto di così ampio respiro.

Si tratta di costruire un network permanente tra istituzioni musicali, culturali e formative,
così come tra le città dei Paesi aderenti, promuovendo la nascita di una piattaforma stabile di
scambio, di orientamento e di assistenza tecnico-progettuale, allo scopo di facilitare il rapporto tra
produzione artistica e mercato asiatico. L’apporto di ciascun partner è da considerarsi fondamentale
per consolidare quelle dinamiche di scambio concernenti non solo il settore della musica, ma anche
della didattica, della cultura, del turismo, dell’occupazione e degli scambi commerciali.

In particolare, l’idea progettuale de La Via di Marco Polo si sviluppa principalmente su due
filoni. Il primo prevede la realizzazione di corsi di perfezionamento musicale e masterclass per tutti
gli studenti desiderosi di approfondire le tematiche del canto lirico e della musica classica attraverso
dei percorsi formativi qualititativi e dal respiro internazionale. Tra i docenti vi saranno senza dubbio
il Maestro Antonio Moccia, direttore artistico del Festival, e la contralto giapponese Mika Kunii,
voce ormai celebre per le acclamate performance realizzate negli anni 2005 e 2006 per Benedetto
XVI presso la Sala Nervi del Vaticano.

Il secondo filone comprende invece la realizzazione di un Festival musicale itinerante,
capace di aprire la strada verso l’Oriente grazie alla realizzazione di un cammino programmatico
ricco di eventi ed esecuzioni musicali, tratte dal ricco repertorio concertistico ed operistico, che si
svolgeranno nei preziosi siti culturali e religiosi dei comuni partner. Tra gli obiettivi del Festival vi è
dunque quello di promuovere la tradizione musicale lirica presso un più vasto pubblico, portare la
dimensione culturale italiana all’estero, ed instaurare dei proficui rapporti con i Paesi aderenti al
progetto, finora Cina, Giappone, Corea e Taiwan.

In particolare, La Via di Marco Polo si propone anche di realizzare, nel corso degli anni,
un’Orchestra Internazionale composta da 75 elementi, 15 eccellenze musicali per ogni Paese
partecipante. Inoltre, ai fini della realizzazione del Festival sarà organizzato il Premio Marco Polo,
concorso italo-orientale per voci liriche emergenti a cadenza annuale.

L’ambizione più grande del progetto è, quindi, delineare grazie alla collaborazione di diversi
enti locali ed internazionali una meravigliosa Via da percorrere coingiuntamente, dall’Italia verso
l’Oriente, che sappia presentarsi come fondamentale architrave per la costruzione di un’eccellente
Palcoscenico per il Mondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni su Cookies e Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi